Persone, luoghi e altre storie
Eventi
Il Magazine
Abbonati

L’uomo delle nuvole

A cura di Davide Gritti - Fotografie di Sonia Caravia


Claudio Cassardo è un fisico dell’atmosfera dell’Università di Torino, dove è nato nel 1963. Dal 1991 fotografa nuvole. Siamo andati a sfogliarle con lui per rileggere il tempo passato. E scoprire che esiste anche una meteorologia interiore.

Per un cyberattacco russo gli iPhone non recepiscono il passaggio all’ora legale

24/03/2017
1
Non succede ma se succede

A cura di Francesco Muzzopappa

Collage di Linda Alborghetti e Marco Bellini

Stavolta l’azienda statunitense con sede a Cupertino è stata vittima dell’accanimento russo che nella staffetta Obama-Trump avrebbe dovuto sedarsi, ma a quanto pare così non è avvenuto. Il bug è stato chiamato DeFone, ha generato una planetaria sequenza di Disguidi&Disgrazie da cui il ministero russo ha immediatamente preso le distanze dopo sei giorni.

La giornata del cronometrista

13/03/2017
copertina
Dal Magazine

A cura di Valerio Millefoglie

Fotografie di Mattia Rubino

Un’antica clessidra di legno e matita. Nella parte superiore la sabbia è una scacchiera. Tasselli bianchi e neri sono in fila per scendere nella parte inferiore, vuota, dove c’è il tempo che verrà. Attorno alla clessidra, seguendo un movimento circolare, si legge: Federazione Italiana Cronometristi. È uno dei primi loghi della FICr, fondata nel 1921 a Milano e riconosciuta dal CONI nel 1934. Ogni settimana, in tutte le parti d’Italia, i suoi associati cronometrano gare sportive. Li abbiamo seguiti per cronometrare un giorno della loro vita.

C’è storia e Storia – Callieri e Mann

28/02/2017
IMG_0653
Ex-libris

A cura di Viola Bonaldi

Valerio Callieri e Thomas Mann ci mostrano due possibilità di trattare la Storia tramite le vicende di famiglie, di fratelli, di contesti distanti. Callieri in Teorema dell’incompletezza (Feltrinelli) offre un’elaborazione della storia contemporanea italiana slegandola da qualsiasi limite temporale; Mann in quella messinscena di Disordine e Dolore Precoce, sfodera un’ironica vena conservatrice che rivendica l’eternità immutabile del passato, e l’antistoricità del presente.

Rivoltare l'esercito: Proletari in divisa

23/02/2017
#1 PID copertina csw

A cura di Mirco Roncoroni

Fotografie di Davide Volpi

Nei primi anni Settanta, come la fabbrica e la scuola, anche la caserma diventa luogo di scontro. Ai militanti che si trovano a fare la leva obbligatoria è vietata ogni forma di espressione politica, causa l’arresto. Ma l’esercito è un’istituzione da rivoluzionare e, soprattutto, da tutelare. Quei militanti erano i “Proletari in divisa”, il movimento di protesta dei soldati. Tra di loro c’erano Gino e Livio.