Persone, luoghi e altre storie
Il Magazine
Abbonati

Videobored: Disappearing

20/08/2015
>5 min

SUONO: Doomsday Student
IMMAGINE: A. V. Carraway & Luke Boggia

Img 1

Se non sai né ti interessa sapere chi sono gli Arab On Radar, sei nel posto sbagliato.
Se non sai chi sono ma ti potrebbe interessare saperlo, esistono i motori di ricerca (e molto altro).
Se sai chi sono, i Doomsday Student ne rappresentano l’ultima oltraggiosa reincarnazione, con tre reprensibili membri del gruppo madre: Eric “Mr. Post Traumatic Stress Disorder” Paul agli isterismi vocali, Steve “Mr. Type A” Mattos alle psicotiche chitarre, e Craig “Mr. Obsessive Compulsive Disorder” Kureck all’ossessionante batteria. Un paio di mesi fa è uscito il loro secondo disco, A Walk Through Hysteria Park, con la complicità di Skin Graft e Three One G. Il videoclip del loro singolo Disappearing, appositamente recuperato dal macilento bilancio 2014 di Videobored, è con River il video dell’anno di questa rubrica. Proviene come il resto da Providence, Rhode Island, ed è il lavoro fulminante e sciroccato di due filmmaker del collettivo Planchette, artisti e musicisti a loro volta, che alla famiglia iperdisfunzionale degli Arab On Radar (e in particolare, al progetto synthpop dei figliocci Chinese Stars) avevano già dedicato un altro paio di clip, entrambe in netta simbiosi con l’ossessività demente del clan: Heaven On Speed Dial, glitterato fino alla cerebrolabilità, e il rigurgito pornoalimentare di Left Brain, a un tempo vomitevole e indimenticabile. Un po’ come quest’ultimo (o come la discografia tutta della conventicola Araba), anche Disappearing è in minaccioso bilico tra lo stomachevole e l’epifanico, parto di un’immaginario parodico fino al pestilenziale, dove la guerra tra sessi è il prodotto deforme di una dionisiaca parata metasessuale (e non più solo terrestre) che può solo chiosare con un grottesco arcobaleno al “Let’s Fuck!” finale. Il lavoro di Carraway & Boggia è così per sua stessa costituzione inconsumabile, un videoclip eretico che pare incrociare l’estetica del disgusto di John Waters a quel gesto di liberazione capitale che furono le Flaming Creatures di Jack Smith. Si tenga poi conto che pure dal versante musicale gli assordanti Doomsday Student suonano rispetto ai Chinese Stars come un più fedele ritorno alle origini noise-rock degli Arab On Radar, ed anche i tempi di God is Dad sembreranno più vicini.

Bored Recap
Ok, this is Videobored’s favourite music video of the whole 2014, with song and visuals likewise soaked in love, dissonance and outrage. There’s no more to say (or translate). So please fuck off, and happy New Year to everyone.

 
 

VIDEO:

 

a cura di Frances Farmer

 

TI CONSIGLIAMO ANCHE:

- Altri 17 videobored
- Cinéma Trouvé: Oh! Uomo di Gianikian e Ricci Lucchi
- Miniclub del Vinilo #3