Persone, luoghi e altre storie
Magazine
Books

Basta con tutto questo sesso!

31/05/2016
>5 min
A cura di Francesco Muzzopappa
Illustrazione di 6K

themo-01

Al mondo ci sono tanti hobby: il nuoto a farfalla, il nuoto a dorso, il nuoto a rana, il nuoto a delfino e milioni di altri nuoti ancora. Perché accanirsi ancora con tutto questo sesso?

Anzitutto è controproducente.
Nel maschio, si sa, il sesso ha un forte potere soporifero: due scarsi minuti di amplesso e si crolla esanimi sul materasso in un sonno irreversibile che può durare, nei casi peggiori, anche giorni.
La donna, invece, al solo pensiero può essere sconvolta da incontrollabili e improvvise esplosioni di mal di testa e cefalee a grappolo.
Che il sesso faccia male al cervello e renda persino infelici lo certifica inoltre una delle più importanti università americane, la Carnegie Mellon University di Pittsburgh (Pennsylvania). Alcuni scienziati hanno infatti condotto degli studi su alcune coppie chiedendo loro di fare più sesso possibile. Il risultato è stato un calo della libido senza precedenti.
Come contraltare c’è una seconda ricerca americana la quale ha stabilito (dopo un’attenta analisi condotta sui piccoli ratti bianchi) che dopo l’accoppiamento si tende ad affrontare meglio le tensioni emotive, come ad esempio parlare in pubblico. Come abbiano fatto dei piccoli ratti bianchi a parlare in pubblico è un mistero, ma se il troppo sesso porta la gente a parlare per ore, vietiamo ai politici l’accoppiamento prima di partecipare ai talk show politici.

E non è tutto.
L’unione dei corpi, lo sappiamo, eccita. E l’eccitazione attiva gli stessi circuiti cerebrali su cui agiscono la cocaina, la nicotina, il cacao e la caffeina. Se fare sesso, dunque, è come una droga, dovrebbe essere vietata dallo Stato, al pari della marijuana e dei film di Tinto Brass.
E poi è risaputo: basta un attimo di défaillance e negli uomini il sesso può portare alla depressione. Ci mancavano pure i momenti di down in camera da letto, come non fossimo già assillati da certi pezzi blues cantati con orgoglio a The Voice.

Infine, diciamoci la verità, a fare sesso si suda. E a nulla servono le magliettine in tessuto tecnico del Decathlon.

Da questa attenta analisi si evince, dunque, che fare l’amore non solo è antieconomico – bisogna oltretutto comprare la lingerie adatta, creme massaggianti stimolanti per lui ritardanti per lei e olio Johnson – ma anche controproducente.
Meglio nuotare. Almeno sviluppa i dorsali.